Esce per Delos in duplice formato, cartaceo e digitale, l’antologia con gli 82 spin off ispirati a “Mondo9”. Sono tutti racconti flash di 2.000 battute, che parteciparono lo scorso anno a un contest organizzato da Writers Magazine Italia. All’interno anche un mio contributo. Ecco l’introduzione al volume.


A un anno dal contest di Writers Magazine Italia che coinvolse un’ottantina di autori, esce finalmente su carta e in ebook l’antologia con i microracconti inspirati a “Mondo9”. Un grazie particolare per l’ospitalità a Delos, nelle persone di Franco ForteSilvio Sosio e lo staff di WMI, e a tutti gli autori partecipanti.

L’introduzione del volume

“Mondo9” ha dunque un nuovo, e per certi versi inatteso, seguito. Anche se a scriverlo non sono stato io. Quello che mi trovo a introdurre è un pastiche di storie nato dall’incursione veloce di un manipolo agguerrito di autori, che grazie a Writers Magazine Italia e alla rivista Robot si sono misurati in un contest al quale hanno partecipato lo scorso anno un centinaio di scrittori. Ma andiamo con ordine. Che “Mondo9” non dovesse esaurirsi in 170 pagine era abbastanza scontato, io stesso – in modo più o meno esplicito – l’ho sempre considerato alla stregua di un cantiere aperto, di un progetto in evoluzione costante.

Forse pochi sanno che i lavori di scavo iniziarono 12 anni fa, nell’ormai lontano 2002, con la stesura della prima delle quattro novelette che compongono la mini-saga, “Cardanica”. Il racconto rimase al palo sei anni, senza che io abbia bussato alla porta di un solo editore per piazzarlo; mi sono chiesto spesso il perché di quel lungo stand-by e l’unica risposta che sono riuscito a darmi è che talvolta sono le storie stesse a essere un po’ pigre e a non sapere bene che strada imboccare. Sta di fatto che soltanto nel 2008, su Robot 54, trovò una sua collocazione.

Vi risparmio l’evolversi dei passi successivi, sappiate soltanto che da allora “Mondo9” è entrato in una strana orbita, trasversale alla carta e al digitale. E, ora posso dirlo, trasversale anche al suo autore. Per arrivare all’oggi, confesso che l’iniziativa di Writers Magazine Italia e Robot mi ha decisamente spiazzato. Ed esaltato. Non so quanti autori, almeno in Italia, si siano ritrovati nella straniante situazione di dover dare in prestito ad altri un appezzamento (anche solo di 2.000 battute) del proprio universo creativo. Aiutatemi a ricordare, perché a me non ne viene in mente nessuno. Quello che ne ho ricevuto in cambio è stato davvero impagabile, un po’ come veder colonizzare una fettina della mia fantasia. Con risultati che non esito a definire assolutamente sorprendenti.

Tutte le storie che avete tra le mani (non solo quindi i 20 spin-off selezionati per Robot lo scorso anno) sono folgori che illuminano ciascuna pochi attimi di vita su “Mondo9”, sono squarci di luce in un universo che d’ora in poi sentirò “diversamente mio”. Complici forse anche le splendide tavole di Franco Brambilla, a cui va il merito di averne probabilmente ispirato gli autori, queste brevi storie rivisitano quasi tutte le idee di “Mondo9”: il deserto, le navi a ruote, il Morbo, gli pneumosnodi, le uova, i mangiuruggine… E lo fanno con la ricchezza di una visione composta (e corale), come quella dell’occhio di un insetto. Ognuna vi porterà in volo su nuovi dettagli, che magari nel libro che le ha ispirate sono rimasti in ombra per le ragioni più diverse.

Confesso che la tentazione di cimentarmi anch’io con la misura richiesta delle 2.000 battute (una cartella standard) era troppo forte perché potessi semplicemente voltare la faccia dall’altra parte.  Per cui eccomi qui, immerso come tutti nel turbinio di sabbia alzato dagli stivali dei nuovi colonizzatori. Mecharatt, la gigantesca città-porto di Mondo9, era stata solo evocata nel romanzo (l’ho descritta poi molto più nel dettaglio in “Bastian”, quarta delle nuove storie); qui ce n’è un chiassoso assaggio. Un’arena, pubblico assetato di adrenalina, due creature che si sfidano in una tenzione all’ultimo sangue: in un angolo, un giovane e ruspante pneumosnodo, nell’altro, un taurofante. Urla d’incitamento, sbuffi di vapore rovente, fetore di pelo bruciato. Lamiera straziata. L’eterno conflitto globale tra carne e metallo, ridotto a scala teatrale, ludica.

Un’ultima parola: desidero ringraziare pubblicamente Franco Forte e Silvio Sosio, che di questa piccola colonizzazione sono stati gli artefici e gli ispiratori. E tutti gli autori partecipanti; d’ora in poi su Mondo9 mi sentirò meno solo… What else? Che i mangiaruggine siano con voi!

La presentazione di Fantascienza.com.

Tutti i mondi di Mondo9, Delos Books, Odissea Digital 1, isbn: 9788867753642, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile, 1,99 euro.