Logo e illustrazioni interne: con il passare delle settimane si va delineando a suon di sorprese il profilo del mio nuovo romanzo “Naila di Mondo9”, la cui uscita in libreria è prevista, in Oscar Mondadori, per il 25 settembre.

Attraverso la pagina istituzionale di Oscar Mondadori Vault, la campagna di lancio – partita il 5 giugno – ha già annunciato due delle novità più succulente, alle quali se ne aggiungeranno comunque diverse altre nei prossimi giorni.

Innanzitutto la presenza di un vero e proprio logo di “Mondo9”, che comparirà sia sulla cover sia sul dorso del volume, e che d’ora in poi accompagnerà tutto il materiale promozionale legato al ciclo: dalle immagini ufficiali del copertinista Franco Brambilla alla fan art più disparata. Ora su Facebook e su Mondadori.it lo vedete in versione nera o bianca, ma vi assicuro che sulla copertina del libro avrete modo di apprezzarlo in un formato/colore che vi sorprenderà e non vi voglio anticipare.

In calce al volume comparirà poi quella che abbiamo voluto chiamare “Miscellanea Enciclopedica di Mondo9”: in sintesi una glossario splendidamente illustrato da Franco Brambilla, che troverete impaginato su due colonne, con lo stesso carattere e la stessa grafica delle vecchie e polverose enciclopedie. Un unicum per gli Oscar? Una prima volta assoluta? Certo una rarità, con la quale la direzione Oscar ha voluto arricchire il libro, dando spazio a una parte di quella ricchezza iconografica che tanto ha contribuito alla visibilità e al successo della saga.

Una quindicina di pagine preceduta da una copertina, 21 lemmi, quasi tutti illustrati, che vi spiegheranno il metabolismo dei lumigechi, forma e movimentazione delle ancore da sabbia, curiosità e usi (anche culinari) dei cardi mangiaruggine, abitudini alimentari delle aliquadre, e chi più ne ha più ne metta…

Dato che Oscar Mondadori Vault ha già svelato su Facebook l’estratto che introduce la presentazione (con tanto di copertina) della “Miscellanea”, la riporto anche io qui:

«Riportiamo alcune voci particolarmente significative dal trattato che l’esploratore e Gran Maestro della Gilda dei Cartografi, Hieronymus Frank Eisenach, scrisse a cavallo di quasi trent’anni di viaggi, attraverso Mondo9. Oltre un secolo fa, egli viaggiò lungo il cosiddetto “guscio” del pianeta, dall’equatore ai poli, dalle foreste pluviali dell’emisfero australe agli sconfinati deserti della “Fascia rovente” compresa tra il 40° parallelo Nord e il 40° Sud, imbarcato su una dozzina di navi molto diverse fra loro; cargo portauova, baleniere, schooner, corvette, incrociatori da battaglia. Il suo Compendio illustrato ha destato per decenni meraviglia sui banchi di scuole, accademie navali e cantieri. E almeno quattro Gilde (Astronomi, Avvelenatori, Botanici e Meteorologi) lo hanno adottato come testo propedeutico di base per avviare i giovani apprendisti alla professione. Nella sede dell’Ammiragliato Centrale di Mecharatt è custodita, protetta in una teca di vetro secco blindato, la prima copia autografa, che riporta ancora le note a margine vergate a mano dall’autore e i suoi raffinati disegni originari. Durante la cerimonia di assegnazione al comando di un’unità navale, assieme ai gradi, al sestante e al cannocchiale di prammatica, il neocapitano ne riceve una copia (di solito l’edizione tascabile), come viatico benaugurante.»

Ma stay tuned, altre intriganti novità sono in arrivo…